Come nascono i nostri formaggi


Dal latte al formaggio, vi sveliamo come nasce il gusto entusiasmante dei nostri prodotti....

L'aggiunta del caglio al latte si effettua ad una temperatura di 39C.

Dopo circa 25 minuti si opera un primo taglio grossolano, seguito, dopo un'attesa di 5 minuti circa, dalla rottura vera e propria.

La cagliata viene rotta fino ad ottenere grumi della grandezza di un chicco di mais.

A questo punto si procede alla cottura della cagliata ad una temperatura di 41C; tale fase seguita dal travaso negli stampi.

Gli stampi vengono estratti dalla caldaia e posti su colatoi in acciaio.

Gli stampi vengono rigirati per favorire l'allontanamento del siero residuo.

Le forme vengono impilate e si compattano per effetto del loro peso.

A questo punto si effettua un risciacquo con acqua bollente per pochi minuti, in modo da rassodare le forme.

La stufatura a 40C necessaria per portare il pH della toma ad un valore di 5,40 ed ultimarne la colatura.

La fase di salatura si effettua per immersione delle forme in salamoia.

Dopo la salatura, le forme vengono lasciate ad asciugare sui grigliati in acciaio.

La stagionatura avviene in appositi locali, a temperatura ed umidit controllate.

Le forme giungono a stagionatura su assi di abete bianco.

E finalmente le tome, giunte a completa stagionatura, sono pronte per la vendita.